Rest in power Toots Hibbert

[english text follow below]

Poche ore fa ci ha lasciati Toots Hibbert, mente e cuore dei Toots & The Maytals. Per chi come noi è cresciuto ascoltando le sue canzoni non può che essere una brutta giornata. Non c’è stata Roots Balera in cui non sia stato messo sui piatti un pezzo dei Toots & The Maytals. C’è stato un momento in Italia in cui l’avvicinarsi alla musica reggae (termine da lui inventato nel 1968 con la canzone “do the Reggay”) spesso combaciava con la scoperta dei Toots & The Maytals che, attraverso il proprio frontman, hanno saputo unire più mondi e generi. Se Frederick Nathaniel “Toots” Hibbert fosse nato negli Stati Uniti sarebbe sicuramente diventato una star del Rhythm & Blues, del Soul e del Funky. Nell’ultimo album “Got To Be Tough”, uscito a fine agosto, la voce e lo stile di Toots sono rimasti inconfondibili, con una carica davvero infinita l’esperienza dei Maytals sembrava tutt’altro che giunta all’ultimo capitolo. Toots Hibbert era tutto questo, un giamaicano umile, simpatico, una voce bellissima ed inconfondibile con gli occhi, le orecchie e il cuore rivolti al mondo. Grazie di tutto Toots, non sarai mai dimenticato.
Riposa in pace


A few hours ago, Toots Hibbert, mind and heart of Toots & The Maytals, died. For those like us who grew up listening to his songs it can only be a bad day. There hasn’t been Roots Balera in which a song of Toots & The Maytals hasn’t been played. There was a time in Italy when the approach to reggae music (a term he invented in 1968 with the song “do the Reggay”) often coincided with the discovery of Toots & The Maytals who, through their frontman, been able to combine multiple worlds and genres. If Frederick Nathaniel “Toots” Hibbert had been born in the United States he would surely have become a star of Rhythm & Blues, Soul and Funky. On the latest album “Got To Be Tough”, released at the end of August, Toots’ voice and style remained unmistakable, with a truly infinite charge, the Maytals experience seemed far from reaching its final chapter. Toots Hibbert was all this, a humble, likeable Jamaican, a beautiful and unmistakable voice with his eyes, ears and heart turned to the world. Thanks for everything Toots, you will never be forgotten.
Rest in power brother King

Taggato . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *